Bonus Terme : grandissimo successo di un’operazione per imprese e cittadini

In circa 3 ore si è esaurito il plafond – oltre mezzo milione di cittadini in attesa del rifinanziamento.
In sole tre ore il Bonus Terme si è esaurito, malgrado qualche incertezza iniziale della piattaforma Invitalia, a causa dell’eccessivo affollamento da parte di oltre 300.000 cittadini che hanno provato a richiedere il bonus direttamente (la richiesta poteva avvenire solo tramite le terme, come da decreto).
La Misura – fortemente voluta da Federterme e varata a tempi record dal MISE – ha dimostrato tutta la sua validità, anche in sostituzione di misure come “ristori” e voucher vacanze.
Lo stanziamento sta ottenendo una serie di effetti di grande impatto su più fronti: ha rilanciato un settore che in Italia ha una grande tradizione ma era da tempo in fase di stagnazione, ha attratto nuove masse di cittadini verso le Terme Italiane, ha creato un effetto moltiplicatore per il turismo nei Territori Termali pari almeno a 6 volte l’investimento dello Stato.
La ricerca di cure, prevenzione, riabilitazione e benessere è oggi un elemento fondamentale dei nuovi stili di vita, in particolare a seguito della drammatica pandemia e le Terme Italiane possono costituire elemento portante del “turismo della salute del benessere”.
Il Bonus Terme sta attirando flussi importanti verso aree interne del Paese alla riscoperta dei nuovi stili di vita.
“Federterme ringrazia il MISE per la lungimiranza nell’aver varato la Misura e ritiene che questa forma di incentivazione che favorisce impresa turistiche e termali, cittadini e Territori vada immediatamente rifinanziata” così Massimo Caputi Presidente Federterme Confindustria.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Altri post

Organizzazione italiana per le aziende termali in Italia.
Associazione fontatrice di Confindustria e Federturismo.