Situato nel circondario di Brescia, Vallio è una piccola località della valle del Vrenda, che mette in comunicazione, attraverso il colle Sant’Eusebio, Gavardo con Nave, all’imbocco della val Trompia. Il centro è costituito da diverse frazioni, dislocate sui poggi della valle e circoscritte da alture che creano una naturale difesa. Il clima, mitigato dalle brezze del lago di Garda, poco distante, ha favorito in passato lo sviluppo di un’economia agricola montana e oggi, insieme alle risorse termali, un vivace movimento turistico. L’ambiente tipicamente montano si presta a passeggiate o a più impegnativi percorsi trekking che portano fino a 3000 metri di altitudine. A poca distanza anche il lago d’Idro, con il suo fascino lacustre-montano e i suoi borghi intatti.
Le terme.
Benché note alla popolazione locale da tempi immemorabili per le loro funzioni digestive e diuretiche, le acque bicarbonato-alcaline di Vallio Terme vennero studiate solo nel 1953 e sfruttate, quindi, con la costruzione di un moderno stabilimento termale e di quello per l’imbottigliamento (acque commercializzate sotto il nome di Fonte Castello di Vallio). L’edificio di cura e l’annesso Hotel Parco della Fonte sono circondati da un parco di 40 000 mq, formato da una splendida pineta, attrezzata con un percorso salute, e da ampi giardini, ricchi di varie specie di piante. All’interno delle Terme, oltre ai locali per le cure, vi sono un centro benessere specializzato in massaggi e trattamenti rilassanti, spazi per mostre e manifestazioni culturali, bar e centro yoga.

L’acqua.
Castello. 11,5 °C mediominerale bicarbonato-alcalina.
Le indicazioni terapeutiche.
Patologie del fegato e delle vie biliari, dell’apparato digerente, dell’apparato respiratorio, dell’apparato urinario e del ricambio.
Le cure termali.
Aerosol, inalazioni caldo-umide, nebulizzazioni, cure idropiniche, idromassaggi.
Altri trattamenti.
Cosmesi, educazione alla salute, fitness, massaggi, medicina estetica, programmi antistress.

IL TEMPO LIBERO
Pievi e castelli della Valtenesi. Tra il corso del Chiese e la costa gardesana che va da Salò a Desenzano del Garda, la microregione della Valtenesi offre l’opportunità di percorrere un itinerario che collega antichi borghi ricchi di storia e cultura. Tutt’intorno, piacevole compagno di viaggio un paesaggio di morbide colline coltivate a vite e olivo. Padenghe sul Garda, Soiano del Lago e Moniga del Garda conservano orgogliosamente nei castelli le vestigia del proprio passato medievale come pure, nei dintorni, piccoli e appartati tesori dell’arte romanica: presso Manerba del Garda la pieve di S. Maria, la chiesa della SS. Trinità a Solarolo e quella di S. Lucia a Balbiana; nei dintorni di Moniga, la chiesa di S. Maria della Neve; a Padenghe la chiesetta di S. Emiliano e a Polpenazze del Garda la chiesa di S. Pietro in Lucone. Da acquistare in questi luoghi il prezioso olio extravergine Garda Dop bresciano.

CONVENZIONE

CURE BAMBINI

No

COMUNE

Vallio Terme

PROVINCIA

Brescia

INDIRIZZO

Via Sopranico, 17 25080 Case Nuove BS