Le Terme di Miradolo sorgono ai piedi delle colline di San Colombano che, tra vigneti e noccioleti, si affacciano a terrazza sulla Bassa Pavese, dove il Po riceve le acque dell’Olona e del Lambro. Il paese, prima feudo dei Belgioioso poi degli Estensi, vanta, in frazione Camporinaldo, il quattrocentesco oratorio di S. Maria. La località dista solo mezz’ora d’auto da Milano, Pavia, Cremona e Piacenza, con le quali è anche ottimamente collegata da mezzi pubblici.
Le terme.
Lo stabilimento, a un paio di chilometri da Miradolo, si trova in un grande parco al cui interno si trovano il centro studi, la piscina all’aperto e le fonti termali. Un grande veliero ospita il nuovo Centro Benessere Salina: piscine, percorso vascolare, idromassaggi, cascate d’acqua, solarium, terme romane, strutture per bambini e campi da tennis e bocce. Di interesse, all’interno del Parco delle Terme, il Museo delle Autovetture storiche, con esemplari appartenuti a personaggi di fama mondiale e che si segnalano per rarità e originalità. Le fonti che alimentano le terme, note un tempo con il nome di Saline di Miradolo, originano da falde acquifere salmastre, residuo fossile del mare che anticamente copriva la pianura padana.
Sfruttate solo a partire dal XX secolo, erano già state studiate a metà del Settecento da Alessandro
Volta e dal fratello, noto idrologo. Oltre alle cure termali legate alle acque e ai fanghi, sono possibili trattamenti estetici con metodiche diverse e l’uso di prodotti cosmetici derivati.

L’acqua.
Fonte Càde Rho. 16 °C solfureo-salso-bromo-iodico-litioso-magnesiaca. • Fonte San Pietro. 14,5 °C solfureo-salso-bromo-iodico-litioso-magnesiaca. • Saline Santa Maria. 15,5 °C solfureo-salso-bromo-iodico-litioso-magnesiaca.
Le indicazioni terapeutiche.
Patologie circolatorie, del fegato, della pelle, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, respiratorio, urinario, ginecologico.
Le cure termali.
Aerosol, humage, insufflazioni, nebulizzazioni, politzer crenoterapico, ventilazioni polmonari, bagni e docce terapeutici, idromassaggi, fanghi, cure idropiniche.
Altri trattamenti.
Idrochinesiterapia, massaggi, riabilitazione, trattamenti estetici

IL TEMPO LIBERO
I castelli della Bassa
La pianura padana intorno a Miradolo Terme offre interessanti mete storico-artistiche. Innanzitutto, sulla strada per Pavia, il castello di Belgioioso, feudo visconteo di origine trecentesca, radicalmente trasformato nel Settecento in “villa di delizie” dai Barbiano, i quali affidarono la realizzazione delle magnifiche serre al famoso architetto neoclassico Leopold Pollack; la sontuosa dimora, circondata da un bel parco, è oggi sede di numerose manifestazioni di rilevanza nazionale come quelle dedicate ai piccoli editori e all’antiquariato. Sant’Angelo Lodigiano, in direzione nord-ovest, vanta il castello Bolognini, già visconteo e poi sforzesco, che oggi ospita un piccolo sistema museale. San Colombano al Lambro sorge tra i vigneti – qui si produce l’unica Doc della provincia di Milano, il San Colombano rosso e bianco – ai piedi di una estesa collina e conserva tratti medievali. Infine, il tour si può concludere nei pressi di Chignolo Po con la visita al settecentesco castello Cusani-Visconti, raro esempio di architettura neo-medievale.

CONVENZIONE

CURE BAMBINI

No

COMUNE

Miradolo Terme

PROVINCIA

Pavia

INDIRIZZO

Terme di Miradolo, Piazzale Terme, 7, 27010 Miradolo Terme PV