Portoferraio ha nel nome quel che l’Elba rappresentò per gli antichi, a partire da Etruschi e Greci: miniere e fonderie. La cittadina si presenta nella sua fisionomia cinquecentesca, salda tra le fortificazioni volute da Cosimo I de’ Medici; la sua fondazione, tuttavia, è da attribuire quanto meno ai Romani, che la battezzarono Fabricia e ne fecero una delle più importanti basi navali del Tirreno. E tale rimase nei secoli vedendo alternare sugli approdi bizantini e longobardi; pisani e fiorentini; spagnoli, francesi e inglesi. La storia dell’isola ha un sussulto nel 1814, quando vi giunge in esilio Napoleone Bonaparte: 10 mesi soltanto, di cui resta ricordo nei cimeli e nello stile Impero della residenza cittadina e della villa di S. Martino. Passando dal dettaglio all’insieme, Portoferraio è il cuore di un’isola che ha forma di farfalla: a ovest, la parte sovrastata dalla mole granitica del monte Capanne, che supera i 1000 metri tra boschi di querce e castagni, con Marciana Marina e Campo nell’Elba sulla costa degli opposti versanti; a est, invece, la dorsale montuosa rosseggiante di minerali ferrosi, con Rio Marina, Porto Azzurro e Capoliveri. Le coste sono frastagliate e per lo più rocciose, ma ogni insenatura ha la sua spiaggia; l’entroterra, se non è bosco o macchia mediterranea, è oliveto e vigna a terrazze.
Le terme.
Le Terme di San Giovanni si trovano nella parte più interna del golfo di Portoferraio, in corrispondenza di antiche saline: cinque ettari di lagune divenute habitat per aironi e uccelli marini. Nello stabilimento termale, immerso in un grande parco di eucalipti, viene praticata la talassoterapia utilizzando l’acqua salso-iodica del mare. Per i fanghi, in particolare, è impiegato il limo che si forma in modo naturale nei bacini antistanti, sottoposti a un continuo ricambio d’acqua marina. L’eccezionalità di tale sedimento è data dall’alta concentrazione di iodio e zolfo organici, derivati da piante e alghe marine, oltre che di ferro, residuo di antiche attività siderurgiche; un complesso di elementi che si rivela particolarmente efficace nella cura delle malattie artrosiche, degli esiti di fratture, delle affezioni reumoartropatiche in genere e di alcune dermopatie.
L’acqua trova invece indicazione per le affezioni delle vie respiratorie. Di particolare interesse è la Settimana Salute con trattamenti termali ed estetici.

L’acqua.
Acqua bacino. 24 °C salso-bromo-iodica.
Le indicazioni terapeutiche.
Patologie della pelle, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio.
Le cure termali.
Bagni terapeutici, docce terapeutiche, idromassaggi, peloidi diversi da fanghi, inalazioni caldo-umide, nebulizzazioni.
Altri trattamenti.
Chinesiterapia, cosmesi, massaggi, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche.

IL TEMPO LIBERO
Mille risorse nell’isola delle vacanze. L’isola d’Elba dispone di due campi da golf: all’Acquabona, tra Portoferraio e Porto Azzurro, e alla Biodola, a ridosso di una delle spiagge più belle. L’isola si presta anche alle gite in automobile, o in moto, potendo scegliere tra strade costiere e percorsi interni, che portano a scoprire paesini tra i boschi come Sant’Ilario in Campo; per i più sportivi, viva raccomandazione per i sentieri della Grande Traversata Elbana. Non meno importante è il turismo enogastronomico, con particolare riferimento ai vini isolani, Moscato e Aleatico su tutti.
Il Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano. Si tratta, sulla carta, della più estesa riserva marina d’Europa. Sette isole: Elba, innanzitutto, che conserva, a dispetto dell’assedio turistico, paesaggi e fondali marini sorprendenti; Giglio, ricca di flora spontanea e coltivi, con un borgo medievale e due caratteristici approdi; Capraia, vulcanica, impreziosita da uno specchio d’acqua dove fioriscono le ninfee; Giannutri, la più meridionale dell’arcipelago, dalla rigogliosa macchia mediterranea; infine le meno conosciute: Montecristo, cuspide granitica abitata solo da capre selvatiche, Pianosa e Gorgona (per queste ultime tre isole, le visite sono soggette a limitazioni).

CONVENZIONE

CURE BAMBINI

Yes

COMUNE

Portoferraio

PROVINCIA

Livorno

INDIRIZZO

Terme di S. Giovanni, Località S. Giovanni, 57037 Portoferraio LI