In una delle più suggestive zone del Basso Piemonte, tra le incantevoli colline delle Langhe e l’Astigiano, terre di ottimo Barbera e di eccellenti specialità gastronomiche, il piccolo centro di Agliano non poteva che avere una naturale vocazione alla viticoltura. Ma oltre ai vigneti generosi, qui si trovano anche preziose acque minerali che sgorgano da una fonte nota e sfruttata da secoli. Ad Agliano nacque Bianca Lancia, sposa dell’imperatore Federico II di Svevia e madre dello sfortunato Manfredi, ultimo re svevo dell’Italia meridionale. Il castello e le fortificazioni che proteggevano il borgo in età medievale vennero smantellati nel 1637, al termine della sanguinosa guerra che oppose gli spagnoli ai francesi per la successione dei Gonzaga di Mantova nella signoria del Monferrato. In paese merita una visita la parrocchiale di S. Giacomo Maggiore, ricostruita nel 1657 in stile barocco dopo la distruzione del precedente edificio del 1500: la chiesa vanta bellissimi altari in marmi policromi e intarsiati, balconi matronei anch’essi in marmo e un Crocifisso ligneo del Quattrocento. Nella vicina frazione di Molizzo, in cima a un colle a dominio della val Tiglione, si trova invece la chiesa dell’Annunciazione la cui origine risale al 1600.

Le terme.
La fonte minerale di Agliano venne scoperta intorno al 1770, ma la valorizzazione del centro termale risale solo all’inizio del Novecento. Nel corso dell’ultimo secolo le Terme di Agliano e lo stabilimento Fons Salutis sono stati spesso premiati per la qualità dei servizi.
Oggi il centro termale si compone di un ampio e luminoso salone con accesso diretto agli ambulatori medici, alle cure inalatorie e a un settore riservato ai bambini e dispone di un moderno reparto di riabilitazione termale, che comprende piscina, palestra e percorsi flebologici. È presente inoltre il moderno centro Termestetica con pacchetti week-end e Beauty day. Il beneficio delle acque salso-solfureo-magnesiache di Agliano, indicate nelle affezioni delle vie respiratorie, può essere prolungato anche a domicilio con i flaconi di acqua termale per spray nasale Acqui è stazione termale di antica tradizione prodotti dalle terme.

L’acqua.
Fons Salutis. 12,8 °C salso-solfureo-magnesiaca.
Le indicazioni terapeutiche.
Patologie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, dell’apparato respiratorio.
Le cure termali.
Aerosol, humage, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, irrigazioni nasali, politzer crenoterapico, cure idropiniche, idropercorso.
Altri trattamenti.
Acquaticità, chinesiterapia, cosmesi, fitness, idrochinesiterapia, riabilitazione, terapie fisiche.

TEMPO LIBERO
Il castello di Montiglio
Merita una visita il borgo di Montiglio per il bel castello del XIV secolo che domina, con l’imponente mole, il paese e il territorio circostante. La fondazione pare risalire già al X secolo, quando la struttura costituiva la roccaforte del Marchesato del Monferrato. Testimone delle alterne vicende che coinvolsero i feudatari della zona, il castello fu più volte distrutto e oggetto di notevoli interventi nel corso del XVIII secolo. Le ampie sale sono decorate con splendidi affreschi; nella cappella consacrata, dedicata a S. Andrea, è possibile ammirare uno dei maggiori esempi della pittura trecentesca in Piemonte.

CONVENZIONE

CURE BAMBINI

No

COMUNE

PROVINCIA

Asti

INDIRIZZO

Via Fonti 133, Province of Asti, Italy

DPCM 24 ottobre restano aperte tutte le terme italiane luoghi sicuri e tutte dotate di presidio sanitario