Bagno di Romagna (FC) – Terme Emilia Romagna

Bagno di Romagna (FC) – Terme Emilia Romagna

L'incantevole borgo di Bagno di Romagna, Bandiera Arancione del Touring Club, si trova nell'Alta Valle Savio, ad una quota di  492 metri slm. Nel territorio comunale è compresa buona parte del meraviglioso Parco Naturale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, un'oasi naturalistica incontaminata e di rara bellezza, che vanta addirittura la presenza, al suo interno, di un Bene Patrimonio Unesco dal 2017: la Riserva integrale di Sasso Fratino. La vicinanza di questa preziosa risorsa fa sì che l'aria che qui si respira sia pura e incontaminata e carica dei profumi che ogni stagione porta al suo delicato passaggio. La presenza di numerosi sentieri e percorsi naturalistici la rendono una meta perfetta per tutti gli appassionati di sport (trekking, mountain bike ed e-bike) e di vere e proprie "immersioni nella natura". L’abitato, perfettamente incastonato nella natura circostante, conserva al suo interno edifici medievali e rinascimentali come la basilica quattrocentesca di S. Maria Assunta, che reca in facciata partidell’originario edificio romanico, e il Palazzo pretorio, adorno degli stemmi dei capitani inviati da Firenze per amministrare il territorio. Oggi ricco di piccoli negozi e botteghe artigianali è un borgo vivace e molto attivo nell'organizzazione di eventi e piccole sagre. La antica via di Bagno, importante tratto della via Romea Germanica che nel Medioevo veniva percorsa dai pellegrini del Nord Europa diretti a Roma era organizzata con luoghi di ristoro e di sosta, ad attestare l'importante ruolo di accoglienza ed ospitalità che ancora oggi questa località ha mantenuto.

Le terme
Il centro storico di Bagno di Romagna costituisce un parco termale vero e proprio e comprende tre centri alberghiero-termali collocati a pochissima distanza l'uno dall'altro:  Grand Hotel Terme Roseo, Hotel delle Terme Santa Agnese e Roseo Euroterme Wellness Resort.

Il Grand Hotel Terme Roseo, ospitato nell’antico palazzo dei conti Biozzi, unisce alle comodità più moderne un gusto antico di gran lusso. Il centro termale offre fangobalneoterapia, grotta termale naturale, terapie vascolari, terapie inalatorie, riabilitazione motoria e neuromotoria, piscina termale. Inoltre nel Centro Benessere e Beautyfarm vengono effettuati trattamenti di manumedica, massaggi, cura del corpo, antistress….

Thermae Santa Agnese: Hotel 4 stelle, dimora d’epoca dei granduchi di toscana, nel cuore di Bagno di Romagna ai confini del Parco Nazionale Foreste Casentinesi, centro termale e benessere nato sugli impianti di epoca romana con sorgenti di acqua ipertermale bicarbonato alcalina e sulfurea che attivano le naturali difese dell’organismo. L’Hotel dispone di un ampio parco verde per rilassarsi nella natura, gustare la cucina del territorio o fare attività fisica all’aperto.

Roseo Euroterme Wellness Resort, contesto moderno che dispone di una piscina termale interna ed esterna che unisce armonicamente innovazione e tradizione. Centro Termale di eccellenza dove effettuare  fango-balneoterapia, inalazioni, terapie vascolari, fisiokinesiterapia e riabilitazioni neuromotori.Nel centro Benessere si può godere di trattamenti ispirati alla  cura del corpo: antiage, anticellulite, dimagranti e orientali con shiatsu e ayurveda.

 

L’acqua
BR5. 39 °C bicarbonato-alcalino-solfurea. • Chiardovo. 12 °C solfureo-bicarbonata. • Ro-seo. 45 °C solfureo-bicarbonata. • Sant’Agnese. 46 °C bicarbonato-alcalina.

Le indicazioni terapeutiche
Patologie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, ginecologiche, stomatologiche.

Le cure termali
Aerosol, docce nasali, humage, inalazioni caldo-umide, irrigazioni nasali, insufflazioni, nebulizzazioni, politzer crenoterapico, ventilazioni polmonari, bagni terapeutici, docce terapeutiche, idromassaggi, idropercorso, piscina termale, fanghi, grotte/stufe, peloidi diversi da fanghi, cure idropiniche, irrigazioni intestinali, gengivali, vaginali.

Altri trattamenti
Acquaticità, chinesiterapia, cosmesi, educazione alla salute, fitness, ginnastica respiratoria, idrochinesiterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche.

 

CURIOSITA'

La pioggia di Giotto
L’acqua che sgorga a una temperatura di 45 °C dalla sorgente di Bagno di Romagna è nota come “pioggia di Giotto”. Per compiere il suo tragitto sotterraneo, durante il quale perde le impurità e si arricchisce di preziosi sali minerali, impiega infatti almeno 700 anni: l'acqua che oggi vediamo scaturire è quindi la stessa che venne giù con le piogge ai tempi del celebre pittore.

 

IL TEMPO LIBERO

Il Sentieri degli Gnomi
A pochi passi dai tre Centri Termali vi è il Sentiero degli Gnomi. Un simpaticissimo percorso CAI certificato, adatto a grandi e piccini, nato sia con la volonta di approcciare alle prima facili escursioni che a far immergere i visitatori nella fantasia di un mondo incantato, fatto da incantevoli scorci e piccole casette di legno dove, si dice, abitino proprio i piccoli amici dei bambini.

San Piero in Bagno e il castello ed il Santuario di Corzano
San Piero in Bagno, allegro e vivace paese adiacente a Bagno di Romagna (dista solo 3 km) ospita la sede Comunale. Qui si interseca un crocevia di strade che mettono in comunicazione l’Alta Valle Savio con il Casentino, la valle del Tevere e quella del Bidente. Anche questo borgo di dalle storiche origini ha subito, come Bagno di Romagna, un forte influsso della dominazione fiorentina. E' sovrastato dalle rovine del castello di Corzano, appartenuto al monastero di Camaldoli e ai conti Guidi di Firenze, prima di essere distrutto dalle truppe di Carlo di Borbone nel 1527. Al fianco delle rovine del Castello si trova oggi un delizioso Santuario,immerso nel verde, dedicato alla venerata Madonna di Corzano, dove è possibile trovare pace e raccoglimento.

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, le sue "Foreste Sacre" la Diga di Ridracoli
Il meraviglioso Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, racchiude in sé numerosissimi sentieri, tutti perfettamente tracciati e mappati, che consentono di fare percorsi in sicurezza in completa immersione nella quiete e nella natura incontaminata. La presenza di Santuari di notevole importanza, come La Verna e Camaldoli e di altri numerose Chiese e Pievi oltre all'intrecciarsi al suo interno di numerose antiche Vie di Pellegrinaggio (Via Romea Germanica, Cammino di Assisi, Cammino di Francesco, Cammino di San Vicinio Vie di Dante...) e delle sue millenarie foreste ancora perfettamente conservate nella loro biodiversità ha fatto sì che il Parco si promuova oggi turisticamente con il Brand delle "Foreste Sacre". All'interno del Parco, proprio a ridosso della Foresta della Lama, buffer Area della Riserva Naturale di Sasso Fratino, Patrimonio UNESCO, vi è il mirabolante capolavoro ingegneristico della Diga di Ridracoli. Questo lago artificiale, dalle meravigliose acque cristalline, nasce come risorsa di acqua potabile per tutta la Riviera Romagnola, ma è anche luogo di incantevoli passeggiate, gite in battello elettrico o in canoa e zona di pesca per gli appassionati. al suo fianco è anche possibile visitare l'interessante museo interattivo IDRO Ecomuseo delle Acque, che spiega il funzionamento della diga, insegna in modo interattivo il ciclo dell'acqua e ha una sezione interamente dedicata alla flora e alla fauna del Parco. Interessante ed educativo sia per adulti che per bambini.

Le Sorgenti del Fiume Tevere: il Monte Fumaiolo
A pochissimi chilometri da Bagno di Romagna, in un'altra cornice naturale meravigliosa, immersa tra curiosissimi calanchi e boschi lussureggianti, vi sono le sorgenti di uno dei fiumi più importanti d'Italia, le cui acque scorrono da millenni nella città eterna di Roma. Le sorgenti del Tevere, sul Monte Fumaiolo, raccontano una curiosa storia, che ha segnato i confini geografici di tutti i nostri territori (oggi facenti parte della cosiddetta ROMAGNA-TOSCANA), storicamente appartenenti alla Regione Toscana. Il Duce infatti, per far sì che la sua Romagna vantasse le origini di questo fiume così importante per la capitale, spostò letteralmente i confini geografici della regione, includendovi queste sorgenti. Per questo motivo anche Bagno di Romagna e San Piero oggi vi si trovano incluse. Sono però rimaste tracce della loro antica appartenenza sia nel linguaggio (molto simile al toscano) che nella cucina, che presenta sia tipicità romagnole che toscane.

Le Terre di Piero
L'interessante posizione del Comune di Bagno di Romagna, a cavallo di due regioni, la Romagna e la Toscana, la rendono interessante punto di partenza anche per diverse gite. Tra le più interessanti vi è la visita ai luoghi di Piero della Francesca (San Sepolcro, Monterchi, Arezzo), ove è possibile vedere oltre ad alcune delle sue principali opere (tra cui la meravigliosa Madonna del Parto) anche la sua casa natale ed altri luoghi frequentati dall'artista e che hanno ispirato alcuni dei suoi meravigliosi capolavori.

Convenzione

Cure Bambini

Comune

BAGNO DI ROMAGNA

PROVINCIA

Forli'-Cesena

Indirizzo