Lamezia Terme (CZ)

Terme Caronte

Lamezia Terme si estende dalle pendici meridionali del monte Reventino  fino al golfo di Sant’Eufemia. La sua fondazione è abbastanza recente: il comune, costituito nel 1968 , nasce dall'esigenza di creare un agglomerato urbano forte e capace di sfruttare al meglio le risorse messe a disposizione dal territorio comunale. Si fusero perciò i tre comuni di Nicastro, Sambiase e Sant’Eufemia Lamezia. Nel Medioevo nacquero i primi due dei tre insediamenti che compongono l'attuale Lamezia Terme, abbastanza diversi tra loro ma di fatto complementari; Nicastro a vocazione prevalentemente commerciale e Sambiase a vocazione agricola. L’insediamento di Sant'Eufemia Lamezia ha origine più recente essendo sorto da un gruppo di case intorno alla stazione ferroviaria principale,il toponimo di Sant'Eufemia deriva da un altro insediamento di origine medievale poco distante, ossia l'antica abbazia benedettina di Sant'Eufemia. Il nucleo storico della città, costituito dal rione più antico di Nicastro, risale all’epoca bizantina, prosperò sotto i normanni e in età sveva, quando Federico II costruì il castello in cui fece imprigionare successivamente il figlio ribelle Enrico VII. Sono da visitare la cattedrale dei Santi Pietro e Paolo, la chiesa matrice di San Pancrazio, il museo archeologico lamentino, il museo diocesano d’arte sacra e il museo etnografico. Sul colle di San Teodoro si trovano i resti dell’antico castello normanno-svevo da cui si può godere di uno splendido panorama.

Le terme

Le Terme sono situate a pochi chilometri dal mare, circondate dalle montagne del parco “Difesa Mitoio Caronte” ed inserite in un bosco secolare di querce, castagni, e pini godendo di un clima mite tutto l'anno. Al centro della Calabria, alle pendici del gruppo montano del Reventino, da oltre duemila anni sgorgano le acque che hanno curato, con l'efficacia delle loro proprietà terapeutiche, Bruzi, Greci, Romani, e Normanni.  Le acque solfuree della sorgente Caronte, probabilmente già note in antichità col nome aquae angae dai Romani, si presentano per le loro caratteristiche peculiari adatte alle più diverse patologie anche per la loro giusta temperatura  di 39 C°che non richiede alcun tipo di intervento. Dal 1716 , con Gian Galeano Cataldi, ha inizio il primo sfruttamento delle acque termali avallato successivamente con un nullaosta ministeriale del 1924 per i bagni e in seguito per i fanghi. L’attuale centro, costruito nel 1968 e recentemente potenziato, è un luogo ideale per programmi di prevenzione, cura e riabilitazione. Dotato di moderne strutture mediche quali il centro di cura della sordità rinogena (con reparto pediatrico) e quello di riabilitazione funzionale motoria, le Terme Caronte dispongono anche di una moderna area Benessere in cui si fondono sinergicamente le risorse naturali “Acqua e Fango” con le metodiche di cura degli inestetismi e di remise en forme generali.

L’acqua

• Caronte 39 °C solfureo-solfatoalcalino-terrosa-iodico-arsenicale.

Le indicazioni terapeutiche

Patologie artroreumatiche, dermatologiche, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, dell’apparato ginecologico.

Le cure termali

Aerosol, docce nasali, humage, inalazioni, insufflazioni, irrigazioni gengivali, irrigazioni nasali, politzer crenoterapico, ventilazioni polmonari, cateterismi tubarici,  bagni terapeutici, idromassaggi, piscina termale, fanghi, irrigazioni vaginali.

Altri trattamenti

Cosmesi, massaggi, medicina estetica, programmi antistress.

 

Il tempo libero

La Sila. Sila, dal latino silva, selva. Le foreste, che ammantano gli imponenti rilievi di questo grande e selvaggio gruppo montuoso, testimoniano quale meraviglia selvaggia era, un paio di secoli fa, la Calabria: un’immensa foresta chiusa tra due mari, con sorgenti di acque pure provenienti dal cuore più segreto e intimo del bosco. Più scoscesa sul versante tirrenico, più dolce su quello ionico, la Sila è Parco nazionale dal 2002 ed è suddivisa nelle aree della Sila Grande, della Sila Piccola e della Sila Greca. La fauna annovera alcuni animali predatori come il gatto selvatico e il lupo, e, tra i volatili, il capovaccaio, un raro e maestoso avvoltoio con apertura alare che può raggiungere addirittura il metro e mezzo.

CONVENZIONE

SSN

CURE BAMBINI

SI

COMUNE

Lamezia Terme

PROVINCIA

Provincia di Catanzaro

INDIRIZZO

C.da Caronte,88046 ,Lamezia Terme (CZ)