Centro Termale Airone – Goito (MN) Lombardia

Centro Termale Airone – Goito (MN) Lombardia

regione

TRATTAMENTI BENESSERE

Cure Termali

acque termali

Stando alle fonti tradizionali, Goito venne fondata dai romani all’inizio del II secolo a.C. (le colonie romane di Mantova e Cremona risalgono al 214 e 218 a.C.) come insediamento difensivo per l’attraversamento del Mincio lungo la via Postumia (che collegava Cremona a Verona). Sul finire del V secolo, dopo la caduta dell’Impero romano, divenne una importante fortezza dei goti, dai quali appunto deriverebbe il nome Goito. Oggi nel borgo, che conserva ancora l’impianto a scacchiera, rimane il torrione di epoca medievale; è situato in larga parte sulla sponda destra del fiume Mincio.
Le terme.
Il Centro Termale Airone, il primo immerso nel suggestivo sfondo del Parco regionale del Mincio, fin dalla sua nascita si è impegnato a promuovere sul territorio le risorse e i benefici delle proprietà minerali e curative dell’acqua proveniente dal pozzo geotermico. Classificata come ipertermale (60 °C) clorurato-sodica, l’acqua viene infatti impiegata per il trattamento e la riabilitazione di diverse patologie che interessano gli apparati digerente e locomotore, il sistema circolatorio, problemi otorinolaringoiatrici e delle prime vie aeree, disturbi ginecologici e dermatologici. Oltre al centro benessere, la struttura dispone anche di impianti sportivi e di divertimento.

L’acqua.
60 °C ipertermale clorurato-sodica.
Le indicazioni terapeutiche.
Patologie della pelle, dell’apparato circolatorio, digerente, locomotore e respiratorio, ginecologiche.
Le cure termali.
Bagni termali, idromassaggi, percorso vascolare, trattamento con lampade UVA e UVB.

IL TEMPO LIBERO
Andar per corti. Il territorio di Goito, oltre a presentare una interessante e assai varia configurazione panoramica, dovuta sia alla catena di colline moreniche sia alla lunga e larga vallata del Mincio, è costituito da una costellazione di piccole corti, cascine a conduzione agricola, talvolta abbandonate ma pur sempre ricche di storia. Come la frazione Cerlongo, famosa per il campanile annesso alla chiesa (tra i più alti della zona), il paesino di Maglio, dove funziona tutt’ora una delle più antiche e prestigiose cartiere d’Italia, Massimbona, dove si può ammirare il mulino ad acqua, in ottimo stato di conservazione, e la piccola perla del borgo: la chiesetta, ottimo esempio di arte romanica inserita armoniosamente nel contesto campestre circostante.
Nel Parco del Mincio. Da Goito è possibile fare escursioni a piedi, in bicicletta, in motonave nel Parco regionale del Mincio, area protetta dove natura, cultura, arte, storia si fondono mirabilmente. Lungo il percorso, che si snoda attraverso i territori collinari dell’Alto Mantovano e fino alla grande pianura, ci si imbatte in testimonianze storiche significative, come i castelli e le fortificazioni medievali o scaligere dell’arco morenico, i territori di caccia e i palazzi dei duchi di Mantova, le imprese di regolazione idraulica dei laghi realizzate dal Pitentino o gli “ascensori d’acqua” delle conche di navigazione, le testimonianze etrusche del Forcello o quelle preistoriche di Castellaro Lagusello. Ma lungo i meandri del Mincio è possibile incontrare anche paesaggi di suggestiva bellezza e grande importanza ambientale, come oasi e zone umide con canneti e vegetazione acquatica che offrono riparo a centinaia di specie di uccelli, boschi planiziali, prati stabili. Il Parco del Mincio organizza inoltre eventi e appuntamenti non solo per raccontare gli habitat, la vegetazione, la fauna del posto, ma anche per far conoscere le tradizioni culturali, folcloristiche e gastronomiche delle Terre del Mincio.

Convenzione

Cure Bambini

Comune

Sacca di Goito

PROVINCIA

Mantova

Indirizzo

Via Mussolina, 2/B Sacca di Goito