Terme di Frasassi – San Vittore di Genga (AN) Marche

Terme di Frasassi – San Vittore di Genga (AN) Marche

Il piccolo borgo, nella bassa valle del Sentino, alla confluenza con il fiume Esino, è soprattutto noto per l’omonima chiesa, uno tra i più significativi monumenti romanici della regione. Fondata probabilmente nel secolo XI, ha una facciata racchiusa tra due torri campanarie, di cui una mozzata. Spicca lo slanciato tiburio ottagonale, mentre l’interno, a croce greca, è diviso in tre navate terminanti in altrettante absidi. Nell’abbazia adiacente è allestito il Museo speleocarsico, mentre, nello spazio antistante la chiesa, un ponte romano ad arco acuto attraversa il Sentino.
Le terme.
Lo stabilimento delle Terme di San Vittore, annesso all’omonimo albergo-ristorante, si trova a Genga Stazione, a circa 7 km dal capoluogo comunale, alla confluenza tra il corso dei fiumi Sentino ed Esino. La sorgente dista circa 400 metri e le acque, probabilmente già utilizzate dai Romani, hanno un forte odore di idrogeno solforato e vengono convogliate direttamente allo stabilimento. Oggi l’utilizzo è rivolto prevalentemente alla cura delle affezioni infiammatorie ORL e della sordità rinogena (per cui, con l’intenzione di rendere il servizio più completo possibile, è in funzione anche un reparto pediatrico) nonché al trattamento delle artropatie mediante fangoterapia. Il centro estetico termale offre invece agli ospiti una vasta gamma di trattamenti combinati per prendersi cura del viso e del corpo, tra cui non mancano, e non possono mancare, maschere rilassanti, peeling, massaggi, bendaggi e algoterapia.

Le indicazioni terapeutiche.
Patologie dell’apparato locomotore e respiratorio.
Le cure termali.
Aerosol, docce nasali, humage, inalazioni, insufflazioni, irrigazioni nasali, politzer crenoterapico, bagni terapeutici, idromassaggi, piscina termale, fanghi.
Altri trattamenti.
Cosmesi, fitness, massaggi, programmi antistress, terapie fisiche.

IL TEMPO LIBERO
Le grotte di Frasassi. Sottili trasparenze di alabastro, piccoli laghi racchiusi da arabeschi di cristallo, stalattiti sospese come lance, colonne che s’innalzano verso volte maestose: è un viaggio affascinante quello nelle grotte di Frasassi, uno dei complessi carsici più noti d’Italia, a poca distanza dalla località termale. Dello straordinario labirinto sotterraneo di oltre 13 km, fatto di cunicoli, androni, cavità perlopiù a sviluppo orizzontale, ma anche a piani sovrapposti, è agibile un percorso turistico di circa 1.500 metri. Un tunnel artificiale dà accesso al complesso carsico partendo dall’Abisso Ancona (forse la cavità più vasta d’Europa); da qui si raggiungono diversi ambienti i cui nomi (sala Duecento, Gran Canyon, dell’Orsa, dell’Infinito) sono legati a immagini evocate dalle spettacolari concrezioni messe in risalto dalla suggestiva illuminazione. Sono tuttavia predisposti anche due percorsi “avventura” di maggiore lunghezza, che attraversano sale nascoste e cunicoli meno facilmente percorribili. Nei dintorni, per rimanere in tema termale, può essere interessante la visita del Parco archeologico regionale di Sentinum, nei pressi di Sassoferrato, in cui sono visibili i resti di un impianto termale d’epoca romana.

Convenzione

Cure Bambini

Yes

Comune

Genga

PROVINCIA

Ancona

Indirizzo

Via San Vittore, 8