Montecatini Terme sorge ai margini nell’anfiteatro collinare della Valdinievole, lungo la strada che nei secoli ha collegato Pistoia a Lucca, aggirando la pianura un tempo occupata dal padule di Fucecchio. Il nucleo più antico, documentato già prima dell’anno Mille, è oggi chiamato Montecatini Alto, in posizione dominante su un vastissimo panorama. Più in basso è situata la stazione termale che, realizzata in gran parte nel Settecento dal granduca di Toscana Pietro Leopoldo, ha acquisito fama internazionale ai primi del Novecento con la costruzione di stabilimenti e alberghi in perfetto stile liberty,  diventando a tutti gli effetti una delle capitali europee del turismo termale.

Una straordinaria ricchezza d’acque. La natura del sottosuolo di Montecatini Terme appare chiara visitando la grotta Maona: esperienza emozionante ed eccezionale per il doppio sbocco della cavità, che consente di compiere un lungo percorso sotterraneo – senza mai tornare sui propri passi – in uno scenario dantesco di concrezioni calcaree. Le fonti termali utilizzate a scopi curativi sono quattro e affiorano, da una falda situata a 60-80 metri di profondità, a una temperatura compresa tra i 25 e 33,6 °C; sono definite salso-solfatoalcaline, da leggere a forti, e vengono utilizzate soprattutto come bevanda. Le loro proprietà, apprezzate da tempi remoti, sono state codificate per la prima volta nel 1417 nel trattato De Balneorum Italiae proprietatibus di Ugolino da Montecatini, lettore di medicina presso le università di Pisa, Firenze e Perugia, considerato il fondatore dell’idrologia italiana.

Le terme

I centri termali, storici e al contempo tecnologici, sono immersi nel verde di un grande parco. Le Terme Tettuccio comprendono una facciata di suggestiva bellezza che riporta alla fondazione settecentesca della struttura, i suoi padiglioni interni invece, risalgono in gran parte agli anni Venti del secolo scorso e rappresentano una splendida sintesi del liberty termale. Inoltre, è presente un salone di costruzione più recente e di originalissima architettura, opera dell’architetto Paolo Portoghesi. Le Terme Leopoldine sono strutture pienamente settecentesche mentre le Terme Excelsio, che nascono a inizio Novecento come luogo di svago (con Casinò e Gran caffè) e ne conservano gli ambienti più suggestivi sono oggi strutture di cura, allestite in un moderno padiglione vetrato che si affianca un centro benessere. Fusione di vari stili architettonici – moresco veneziano, rinascimento toscano, liberty – per le Terme Tamerici, rivisitate quale percorso espositivo per accogliere le grandi mostre che si tengono a Montecatini. La sorgente delle Terme Regina (grande salone con vetrate multicolori e portico monumentale) sgorga da un tempietto a pianta circolare. Le Terme La Salute risiedono in padiglioni rustici aperti sul parco circostante, mentre le Terme Torretta hanno fisionomia castellana e ambientazione romantica sulle sponde di un laghetto abitato da cigni. Ultimo fiore all’occhiello le Nuove Terme Redi, la cui recente ristrutturazione le ha rese un centro di cura competitivo, funzionale e altamente tecnologico: in totale 8000 mq per un investimento di 16,5 milioni di euro con tre reparti (fangobalneoterapico, inalatorio e fisioterapico) e con due piscine interne.

 

L’acqua

Leopoldina. 33,6 °C salso-solfatoalcalina. Regina. 27 °C salso-solfato-alcalina. Rinfresco. 26 °C salso-solfato-alcalina. Tettuccio. 25 °C salso-solfato-alcalina.

Le indicazioni terapeutiche

Patologie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, dell’apparato urinario e del ricambio.

Le cure termali

Aerosol, docce nasali, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, nebulizzazioni, politzer crenoterapico, ventilazioni polmonari, cure idropiniche, bagni e docce terapeutici, idromassaggi, piscina termale, fanghi.

Altri trattamenti

Chinesiterapia, cosmesi, educazione alla salute, fitness, ginnastica respiratoria, idrochinesiterapia, massaggi, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche.

 

Il tempo libero

Pistoia. A 15 km da Montecatini Terme, Pistoia è la prima delle città d’arte a portata di mano. Nel

perimetro a losanghe delle mura trecentesche si scopre una piazza tra le più belle della Toscana, con il Duomo romanico e il palazzo del Comune che si fronteggiano in una gara d’architettura medievale. La città comunque è bella e tutta da scoprire; un esempio tra tanti viene dal notissimo Caffè Valiani, locale ultracentenario situato tra le mura di un oratorio trecentesco, dove celebri ospiti, e tra questi Verdi e Puccini, si ritrovavano per gustare i tradizionali brigidini e un calice di Vin Santo o del rinomato Bianco della Valdinievole.

La Valdinievole e la Valleriana. Proprio alle spalle di Montecatini Terme si stende un distretto montano che si propone come favorevole scenario per il tempo libero. Innanzitutto l’alta Valdinievole, che si risale lungo la bella strada che tocca Marliana e finisce con l’innestarsi sulla statale dell’Abetone, non lontano dal passo omonimo. Analoghe possibilità sono offerte dalla parallela Valleriana, alle spalle di Pescia, altra cittadina meritevole d’attenzione: una zona bellissima, detta la “Svizzera Pesciatina” per la straordinaria amenità del paesaggio e la bellezzadei piccoli borghi medievali.

Collodi e il Parco di Pinocchio

Il burattino nato dalla fantasia di Carlo Lorenzini, meglio conosciuto con il nome d’arte di Collodi – suo paese natale – non è mai passato di moda. Il film di Roberto Benigni è solo uno stimolo in più per visitare il Parco di Pinocchio, una sorta di collettiva d’arte moderna all’aperto. I nomi degli artisti qui intervenuti sono eccellenti: Emilio Greco per la statua di Pinocchio e la Fata; Venturino Venturi per la piazzetta dei Mosaici dove sono riassunte le sue avventure; Giovanni Michelucci per l’osteria del Gambero Rosso; Pietro Consagra per le sculture e Marco Zanuso per le architetture del paese dei Balocchi, grande spazio verde progettato da Pietro Porcinai. Tutto questo senza dimenticare il paese vero e proprio di Collodi, borgo delizioso che da solo meriterebbe il viaggio.

CONVENZIONE

Inail

CURE BAMBINI

No

COMUNE

PROVINCIA

Provincia di Pistoia

INDIRIZZO

Viale Verdi 41, 51016 Montecatini Terme PT