DL Sostegni: Caputi (Federterme), Chiedere stato di crisi per il settore

Roma, 8 Aprile- “Purtroppo fino ad oggi nei provvedimenti adottati abbiamo avuto solo pochissimi interventi per il settore e del tutto insufficienti per affrontare la crisi. Il sistema termale tocca diversi settori ed è piuttosto complesso, ragion per cui è necessario inserire modelli innovativi. Proprio per questo, attraverso il nostro pacchetto di emendamenti abbiamo inserito una serie di proposte per sviluppare il settore. Tra queste l’estensione dei servizi di riabilitazione motoria e respiratoria a tutti gli assistiti e non solo per quelli Inail. In Italia ancora non siamo in grado di cogliere le opportunità necessarie che possano riportarci a livello ad esempio della Spagna che con Spain care ci ha ampiamente superato. Dobbiamo, inoltre, consentire il rafforzamento finanziario per almeno due anni dei complessi termali e turistici: soprattutto in questo periodo le persone ne hanno un gran bisogno. E non da ultimo forse è il caso di chiedere lo stato di crisi come propugniamo da Marzo 2020 per un settore, quello del turismo, che ancora per buona parte del 2021 sarà in lockdown sostanziale”.

Così Massimo Caputi Presidente Federterme in audizione al Senato sul Decreto Sostegni.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Altri post

Foto treno

FEDERTERME IN COLLABORAZIONE CON TRENITALIA

Relax, benessere, cure: le Terme sono tutto questo e altro ancora.
Prenditi cura di te stesso e concediti una pausa dalla frenesia della vita quotidiana presso una delle strutture termali selezionate.